Caso Sarah Scazzi Sabrina una nuova vittima?

Ed è in questa frase apparentemente senza senso che vi è forse la chiave di tutto. "L'hanno presa....l'hanno presa " si riferisce ad altri che hanno preso Sarah, e non a se stessa. Se è fortemente turbata, come riferisce l'amica Mariangela, è perchè a prendere, nel senso più lato della parola, a prenderla quasi a laccio non son stati degli estranei, ma, forse, dei familiari a lei vicino.

http://static.blogo.it/guide/psicoterapia_ericksoniana/figli.jpg

Caso Sarah Scazzi Sabrina Misseri una nuova vittima o carnefice ?

Michele Misseri, che dopo innumerevoli versioni, almeno nelle prime, non è stato un buon zio,
altrettanto non poteva essere un miglior padre, visto che ha accusato la propria figlia.

Ma già questo è storia, perchè come in ogni fotoromanzo che si rispetti, tutto ora è cambiato ed invertito.

L’informazione, che, in un primo tempo, è stata utile e spronante le indagini, ora appare come un fiume in piena inarrestabile che trasporta a valle i protagonismi di tutti, attori e comparse, come se si trattasse di un interminabile concorso di bellezza, e visto gli argomenti orripilanti di cui trattiamo, che hanno visto per vittima Sarah, lo definiremo un concorso di bruttezza.

Vi era un tempo in cui i padri assolvevano e si sacrificavano per i figli….gigli, ma quei tempo son passati, i modelli son diversi, perchè ora i padri per sopravvivere….accusano….

Ma questa storia è troppo complessa per liquidarla con facili battute e noi non vogliamo fare come il giornalismo facile e facilone che parla
di psicologia della gelosia per creare dei moventi che appartengono ad ognuno di noi e di loro stessi, in una facile proiezione delle proprie frustrazioni quotidiane.

No… qui cercheremo di fare scienza parlata e spiegata, senza esulare dal nostro ruolo che non è accusatorio, non è difensivo e non è giudicante, ma è solo per comprendere….

Capire le ragioni emotive e inconscie che sono completamente differenti dalle ragioni ragionate, che la mente propone.

Perchè qui è l’emozione che ha ucciso, non la mente….

Sabrina Misseri, la figlia di Michele e Cosima, l’amica del cuore, la facente funzione di vice madre, la facente funzione di “sorella maggiore” di Sarah, almeno finchè Sarah non è cresciuta, ed in quel giorno Sabrina cominciò ad invidiare Sarah, ma attenzione io sto parlando di invidia buona, di quella che anche una madre prova per un figlio che cresce troppo alla svelta e che volerà con le sue proprie ali….
E’ un volo che può suscitare, anche in una madre, una fastidiosa, ma sana, gelosia.

Sabrina Misseri, paragonata ad Annamaria Franzoni “negherà negherà sempre”.
Ma forse è normale che un innocente neghi……

Ci sono degli interrogativi che si pongono:
Quali erano i rapporti tra Sabrina e il padre Michele?

Ma non credo che siamo sulla pista emotiva giusta, andiamo oltre….

In una delle tante versioni di Michele, poi smentita dalla successiva, Sabrina avrebbe trattenuto Sarah dal davanti mentre il padre la strangolava da dietro.
Ma un uomo forte, anche se magro, come Michele, avezzo allo sforzo fisico della terra, avrebbe potuto strangolare Sabrina senza l’aiuto di alcuno.
E qui mi pongo una prima consideraazione, chi altri in casa aveva una corporatura robusta da poter strangolare, anche da sola, Sarah….

L’osservazione dei movimenti oculari di Sabrina durante una delle sue interviste televisive è coerente col vero, in parte, ma, probabilmente, in parte sta creando una sua verità, ma a questo punto mi pongo una domanda….sta creando una verità non vera per protegggere chi?
Protegge se stessa o qualcuno a cui è molto legata, il padre o la madre oppure entrambi?

http://static.blogo.it/guide/psicoterapia_ericksoniana/prigionemorte.jpg

Perchè Sabrina, fortemente emozionata, scossa dice alla amica Mariangela, la frase “l’anno presa…l’hanno presa” ?
Che motivazione emotiva aveva di inventarsi questa frase senza senso.
Ed è in questa frase apparentemente senza senso che vi è forse la chiave di tutto.
“L’hanno presa….l’hanno presa ”
si riferisce ad altri che hanno preso Sarah, e non a se stessa. Se è fortemente turbata, come riferisce l’amica Mariangela, è perchè a prendere, nel senso più lato della parola, a prenderla quasi a laccio non son stati degli estranei, ma, forse, dei familiari a lei vicino.

Qual’è il movente di Sabrina? Praticamente inesistente per uccidere, ma solo per litigare.
Ma perchè farlo con testimoni in arrivo, come Mariangela, quando lei poteva disporre di Sarah quando e come voleva?

Perchè chiamare l’amica Mariangela a testimoniare di un delitto?

La soluzione è in quel “l’hanno presa ….l’hanno presa”

Una moglie poteva vendicarsi di una ragazza che si offriva, secondo il suo punto di vista, in una turpe inversione dei ruoli, al marito? Probalmente si.
Il marito, vessato dalle donne di casa, la figlia Sabrina e la moglie Cosima, riversava le sue frustarzioni su una persona più debole di loro e di lui: Sarah.
Subiva vessazioni, ma poteva rifarsi su Sarah.
Ora dal carcere può rifarsi su tutto e su tutti, perchè lui vittima si sente.

Qualcuno dice che è l’ultima versione la più vera, forse quella ragionata, è così. ma, probabilmente, quella emotiva è la prima,
quella onnipotente, quella più frustrante ed agghiacciante.

Copyright © 2004-2011[Gilberto Gamberini]. Tutti i diritti riservati